COMUNICATO STAMPA

 

 

Presentazione del libro

“3.32 – L’AQUILA – gli allarmi inascoltati”

di Paolo Mastri

Edizioni Tracce - Fondazione Pescarabruzzo

 

 

Le Edizioni Tracce e la Fondazione Pescarabruzzo presenteranno, Venerdì 10 luglio 2009, alle ore 18,00, presso la Sala Convegni della Fondazione Pescarabruzzo in C.so Umberto 83, a Pescara, il libro “3.32 – L’Aquila – gli allarmi inascoltati” di Paolo Mastri, con foto di Claudio Carella (pp. 128 € 12,00); volume inserito nella Collana Orizzonti.

Introdurranno Nicola Mattoscio (Presidente Fondazione Pescarabruzzo) e Nicoletta Di Gregorio (Presidente Edizioni Tracce).

Presenterà l’opera Franco Farias (Giornalista); interverranno Nazario Pagano (Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo), Guerino Testa (Presidente della Provincia di Pescara),  Luigi Albore Mascia (Sindaco del Comune di Pescara), Stefania Pezzopane (Presidente della Provincia di L’Aquila), Massimo Cialente (Sindaco del Comune di L’Aquila) e Roberto Marotta (Presidente Fondazione CARISPAQ).

Alcuni brani del libro verranno letti da Tiziana Irti e Donato Angelosante.

Sarà presente l’Autore.

Il ricavato delle vendite del libro sarà devoluto per la ricostruzione de L’Aquila.

 

Dalla quarta di copertina:

… Chissà quanti anni, quante generazioni serviranno perché arrivi una nuova leva di italiani che sappiano scrollarsi di dosso la coltre del silenzio, dell’oggi a me domani a te, della reciproca convenienza come se il Paese fosse solo una gigantesca torta da spartirsi: appalti, subappalti, commesse, indotto pubblico e privato, posti al sole e posti in villa. Chissà se saranno i nostri figli o i nostri nipoti, chissà se riusciremo nel volgere di brevi anni a seminare quel che serve a far germogliare di nuovo la sapienza e il coraggio dei padri e dei nonni, di quelli che hanno fatto grande l’Italia prima che l’egoismo e il criminale calcolo del privato profitto dei nipoti la riducesse in polvere. Chissà se un terremoto come quello che abbiamo patito sulla carne basterà a risvegliarci. Bisogna provare. Bisogna sperare. Bisogna in primo luogo dirsi tutto…

… Non ci sarà redenzione senza verità. Da lì si riparte e si ricostruisce: il lutto porti con sé almeno questo, insieme al dolore la rabbia e il desiderio di giustizia, la speranza che non succeda mai più. È nelle nostre mani, nelle vostre: fare in modo che non succeda mai più. Il libro che avete in mano vi racconta storie di vittime e carnefici…

 

Paolo Mastri è nato all’Aquila nel 1962. Giornalista professionista, è capo della redazione di Pescara de Il Messaggero. Ha lavorato, per lo stesso giornale, anche nelle redazioni dell’Aquila e di Chieti. Da oltre vent’anni si occupa dei principali fatti della cronaca giudiziaria, economica e politica dell’Abruzzo. Ha firmato inchieste sugli intrecci tra politica e affari e sugli interessi della grande criminalità, dal narcotraffico all’ecobusiness, al riciclaggio di denaro nell’economia pulita. Per le pagine nazionali de Il Messaggero si è occupato dello scontro sindacale per le domeniche in fabbrica alla Fiat di Termoli, delle inchieste Cirio e Parmalat e del duplice delitto di Angelo Izzo, il mostro del Circeo, a Campobasso. Ha collaborato con La Stampa e la Rai. È il suo primo libro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per informazioni:

 

Edizioni Tracce

Via Eugenia Ravasco, 54 65123 – Pescara (Pe)

Segreteria di redazione: Piera De Angelis, Ida Evangelista

Tel. 085/76658 – 085/76073 - email:ufficiostampatracce@email.it

 

Fondazione Pescarabruzzo

C.so Umberto I, n. 83 – Pescara (Pe)

Tel. 085/4219109 – Fax 085/4219380 – email: fondazione@pescarabruzzo.it